Il Gas Naturale - Finanzadimpresa

Esclusivista Area Sicilia e Calabria
Esclusivista Area Sicilia e Calabria
Vai ai contenuti

Menu principale:

Il Gas Naturale

Aree d'Intervento > Energie Alternative > Biocarburanti
Il gas naturale è una fonte primaria di energia di origine fossile.

Oltre agli impieghi domestici e industriali, il gas naturale è sempre più impiegato per la produzione di energia elettrica.

Il costo del gas naturale è sensibile ai prezzi internazionali dei combustibili, in particolare del petrolio (il concorrente energetico del gas) e al valore del cambio euro-dollaro.

La realizzazione delle reti di distribuzione del gas naturale per servire i clienti finali dipende dagli enti locali, che affidano il servizio in concessione.

Dal 1°gennaio 2003 tutti i clienti del mercato del gas (famiglie, condomini, professionisti, aziende, ecc.) sono liberi di acquistare il gas da qualsiasi venditore offra il servizio.

Per far arrivare il gas fino ai Clienti devono essere svolte diverse attività:
- Produzione/Importazione (estrazione del gas dal sottosuolo e/o immissione nel mercato italiano di gas prodotto all’estero)
- Stoccaggio (gestione di gas per compensare le variazioni giornaliere o stagionali dei consumi o garantire la fornitura in caso di crisi del sistema o riduzione degli approvvigionamenti)
- Trasporto (trasporto di gas su lunga distanza, attraverso reti di gasdotti nazionali)
- Distribuzione (trasporto del gas attraverso reti di gasdotti locali fino agli impianti dei clienti finali)
- Vendita (vendita ai clienti finali del gas acquistato da grossisti o importato)

Il prezzo del gas per il Cliente finale non comprende solo il costo per la materia prima, ma anche il costo per servizi di fornitura e le imposte.

Per tutelare i Clienti con consumi medio bassi dal rischio di forti sbalzi di prezzo dovuti ad una concorrenza ancora insufficiente, l’Autorità definisce per ciascuna località le condizioni economiche di riferimento per la fornitura del gas naturale

Le condizioni economiche di riferimento stabilite dall’Autorità sono composte da:
- una quota fissa (definita indipendentemente dal consumo ed espressa in euro/Cliente/anno)
- una quota variabile (definita in proporzione al consumo ed espressa in euro/mc)

Il contatore misura il gas in metri cubi (mc), ma in bolletta i consumi sono fatturati usando lo standard metro cubo (Smc), un parametro che esprime la quantità di gas contenuta in un metro cubo a condizioni di temperatura (15 C°) e di pressione standard (1.013,25 millibar, cioè la pressione atmosferica).

Gli Smc si ottengono moltiplicando i metri cubi per un coefficiente di conversione (C), definito per ogni località secondo precisi criteri.

Torna ai contenuti | Torna al menu